[ sgraziato riassunto di giorni bellissimi ]

aspettare il tuo arrivo alle undici di sera, per cenare insieme con la pizza e il rosé della brotte.
svegliarci lentamente, prepararci per partire e andare a cercare il freddo. scoprire paesaggi di montagna, scorci da cartolina, la piazzetta di ovindoli e la veranda di legno di poldo coi suoi arrosticini. tornare giù col buio, i paesi illuminati che sembrano presepi, cani bianchi che si materializzano all’improvviso, grandi spaventi.
scoprire insieme con gli occhi semichiusi un’alba bianca inzuppata di nebbia. il pile di quechua e il giubbotto rosso, affondare nella neve fino a metà della gamba a pois degli stivali crocs. tengo famiglia: sta qua.
andare insieme a riprendere gnappo, i tortellini in brodo, un film che parla di un paradiso su un’isola, sonnecchiare sul divano abbracciati sotto il plaid con le maniche. prepararsi per uscire, conoscere la gente che ti vuole bene, organizzare la migliore accoglienza possibile. baffetto, il peperoncino, ariccia, calcata, l’africano. il papa, san paolo, le catacombe, l’auditorium, rione monti. il gianicolo e il pincio, roma di notte e le sue luci. e tu che sei un cicerone migliore di me. sentirsi a casa dappertutto, ovunque ci siano le tue braccia intorno a me.
e poi è già finito, ed è sempre troppo breve, ed è inutile dire quanto questo mi scocci.

1 commento »

  Suzy V. wrote @ gennaio 18th, 2012 at 22:21

Tutto ciò dà speranza ragazza mia. Grazie :-)

Your comment

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Please type the characters of this captcha image in the input box

HTML-Tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>